AltroSud, il Blog/Shock di Francesco Caruso, scosse di defribillazione scritta per far riprendere i cuori a battere e le menti a pensare


giustizia !?!

La morte di Giorgio Nugnes è un grido di rabbia e di dolore contro la cecità e la falsità del potere istituzionale.
Un pugno nello stomaco di ogni sincero democratico.
Non è un suicidio, ma un omicidio di stato, i cui mandanti vanno ricercati tra coloro i quali pretendono di recludere una persona semplicemente perchè ha informato i cittadini dell’arrivo delle forze dell’ordine in assetto antisommossa.
Le lacrime di coccodrillo servono a poco in questi momenti, piuttosto bisogna avere il coraggio di aprire una riflessione sensata sull’uso indiscriminato delle misure cautelari, della repressione nei confronti dei movimenti, delle manette facili che scattano sempre quando si lotta per la difesa dei diritti e che non scattano mai quando si perpetuano abusi e prepotenze da parte del potere.

Annunci

3 commenti so far
Lascia un commento

l’hanno ucciso l’indifferenza e la solita macchina burocratica della giustizia.

Commento di luciano renna

Adesso preparati al feedback su “Non è un suicidio, ma un omicidio di stato, i cui mandanti…”
😉

“manette facili che scattano sempre quando si lotta per la difesa dei diritti e che non scattano mai quando si perpetuano abusi e prepotenze da parte del potere”
PAROLE SANTE….!

Commento di Aglaja

Caro Francesco,
al posto tuo sarei stato un pò meno frettoloso nell’esprimere un giudizio così definitivo. La vicenda di Nugnes è torbida come tutto il sistema di potere campano e napoletano. Comincio ad avere sempre più l’impresione che ci sia dell’altro dietro il suo gesto. A Napoli la rete diffusa di potere comincia a schricchiolare e il nostro compito dovrebbe essere quello di elaborare un critica radicale ed una pratica conseguente. Nunges d’altronde non informava indistintamente il movimento di Chiaiano, parlava con Marco Nonno che sappiamo tutti quanto possa farci schifo. Dobbiamo giustamente continuare a criticare aspramnte i sistemi coercitivi adoperati contro ogni forma di ribellione. Purtroppo, credo, che anche se le misure di custodia cautelare contro di lui siano state odiose, Nungnes non può essere annoverato come un altro comune ribelle anti discarica. Non so se è giusto parlare di “omicidio di Stato” come fai tu. Per adesso sappiamo che si è ucciso un assessore in vicende strane, è questo dovrebbe coinsentirci di aggiornare la nostra analisi sul potere in campania e al Sud.

Un abbraccio

Biagio

Commento di Biagio Q.




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: