AltroSud, il Blog/Shock di Francesco Caruso, scosse di defribillazione scritta per far riprendere i cuori a battere e le menti a pensare


27 febbraio in piazza con gli operai della FIAT di Pomigliano

NESSUN POSTO DI LAVORO DEVE ESSERE PERDUTO.
Con i lavoratori di Pomigliano della FIAT e dell’indotto.

Il Patto di Base (CUB – COBAS – SdL) unitamente a delegazioni dei movimenti di lotta per il lavoro, dei comitati contro la devastazione ambientale e degli studenti del movimento studentesco partecipano alla giornata di mobilitazione del comprensorio di Pomigliano d’Arco contro lo scellerato piano di ristrutturazione di Marchionne che prevede un drastico ridimensionamento occupazionale dello stabilimento FIAT di Pomigliano.
Nel momento in cui la crisi economica viene scaricata sulla pelle dei lavoratori, dei precari, dei disoccupati e dei ceti popolari occorre ritrovare le ragioni della mobilitazione e della lotta organizzata.

Anni di continui sacrifici fatti pagare agli operai, intensificazione dei ritmi e della produttività, aumento della nocività e privatizzazione di numerosi rami d’azienda non hanno garantito la tenuta dei posti di lavoro in FIAT anzi – con la complicità di CGIL-CISL-UIL e FISMIC – l’Azienda ha continuato a macinare profitti cancellando posti di lavoro e perseguitando i lavoratori e i delegati sindacali non addomesticati ai diktat del padrone FIAT.

LA CRISI NON LA DEBBONO PAGARE
I LAVORATORI E I CITTADINI DI POMIGLIANO.

Con o senza i fantomatici nuovi modelli produttivi, al di là degli evanescenti progetti sulle auto ecologiche occorre garantire la garanzia del salario e del lavoro per tutti i lavoratori senza nessuna differenziazione e divisione.
Dopo il Corteo di Venerdì 27 febbraio, con partenza dalla stazione della circumvesuviana nuova di Pomigliano alle ore 9.30 costruiamo, nelle prossime settimane, una Assemblea Regionale con la partecipazione dei lavoratori e delegati dei posti di lavoro colpiti dai processi di ristrutturazione. Un momento necessario per sostenere la lotta degli operai FIAT e generalizzare la battaglia per la difesa di tutti i posti di lavoro. Un momento di confronto e di coordinamento per preparare la grande Manifestazione Nazionale del Sindacalismo di Base di Sabato 28 marzo a Roma.

Patto di Base della Campania (CUB – COBAS – SdL)

Annunci

1 commento so far
Lascia un commento

Solidale con i lavoratori, che pagano sulla loro pelle e su quella delle loro famiglie una crisi generata da questo sistema fatto di giri di soldi astratti, quali sono le borse e le azioni, multinazionali e neoliberismo sfrenato. E’ il momento che però i lavoratori si riuniscano tutti compatti in movimenti di lotta, non bisogna aspettare l’avvento di un leader o di un partito che riprenda per mano la situazione, la rivolta deve avvenire dal basso…Pensata ai lavoratori delle fabbirche argentine occupate (The Take documentario di Avi Lewis), che hanno costruito dopo la crisi del mercato argentino una rete di cooperative interamente gestite dai lavoratori, tramite consigli di fabbrica, e poi appoggiate dal governo di sinistra…Se non cambierà lotta dura sarà!!!! Renato di Ururi (cb)

Commento di renato turturro




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: